Dettaglio evento

Rolando Fasana – Bambini abbandonati, confini e perdute identità

Esposti e trovatelli tra Comasco e Svizzera italiana: abbandono, assistenza, balie nei secoli XVIII e XIX

NodoLibri

Dialoga con: Fabio Cani

L’opera ripercorre le vicende – assai poco note – dei cosiddetti “esposti” e “trovatelli”, ponendo i propri confini di ricerca in un’area geografica significativa, estesa tra il Sottoceneri e l’adiacente antica provincia comasca. Lo sfondo temporale è quello compreso tra inizio del Settecento e fine dell’Ottocento. Con lo studio di fonti storiche eterogenee – alcune emerse in anni recenti e per la prima volta analizzate – vi si illustra l’aspetto del transito clandestino dei trovatelli dalla Svizzera italiana verso la terra lombarda, dove i piccoli terminavano il loro percorso approdando presso l’Ospizio degli esposti nella città di Como. La ricostruzione della ricerca delinea il contesto complessivo, contrassegnato da abbandoni, ritrovamenti, accordi, compensi economici; non mancavano neppure gli interventi di autorità politiche, amministrative e giudiziarie.

Rolando Fasana è ricercatore, già associato al Laboratorio di Storia delle Alpi (LabiSAlp-USI) di Mendrisio dall’anno 2010, responsabile operativo dell’Associazione Centro Studi e Ricerche Raul Merzario dall’anno 2009 sino al 2015. Ha concentrato i propri studi principalmente in ambito di storia sociale e demografica nella sfera prealpina dei Laghi lombardi e della Svizzera italiana tra Sette e Ottocento, toccando i temi dell’emigrazione stagionale, delle dinamiche familiari, del comportamento.

Main sponsor:

Sponsor sostenitori:

In collaborazione con:

Organizzata da:

editori-del-ago-di-como-e-associati

© Associazione Manifestazioni Librarie – CF: 02382460133 – Privacy e Cookies Policy – Contributi percepiti
powered by 3dee